Poesia del natale

Natale 2010

Dal lontano 1965 Sono stato appassionato delle statuine del presepio, mia nonna Orsola vicino al braciere mi recitava cosi:


Poesia

“Mò Vene Natale”

 

Mò Vene Natale

Nu tengo Denar Me Fumm' nà Pippa

'E Me vad a Cuccà.

Sparenè 'e BBotte

Abbasc ò Purton'

Me mett' 'o Cazon e vac à Vedè.

Nuvè, Nuvè a Madonna è Prea;

S'mette 'o Bambino alla Capanna.

 

Traduzione:

Ora viene Natale

non ho soldi mi fumo una pippa

è me ne vado a dormire

sparano i botti

nei pressi del palazzo

mi metto il pantalone e vado a vedere.

Novena, Novena la Madonna sta partorendo;

si mette il Bambino nella capanna

Search